BONUS ELETTRODOMESTICI E COME OTTENERLO

BONUS ELETTRODOMESTICI E COME OTTENERLO

BONUS ELETTRODOMESTICI E COME OTTENERLO

ACQUISTARE UN ELETTRODOMESTICO GRAZIE AL BONUS ELETTRODOMESTICI 2017

 


La recente legge di bilancio ha prorogato per tutto il 2017 il bonus elettrodomestici.

Si tratta di una agevolazione fiscale che consiste nella possibilità di detrarre nella dichiarazione dei redditi un importo pari al 50% delle spese sostenute per l’acquisto di grandi elettrodomestici energeticamente efficienti, oltre che di mobili ed elementi di arredo.

La condizione sine qua non è che la spesa rientri in un pacchetto più ampio di costi sostenuti per ristrutturare e/o riqualificare l’immobile e tale proroga riguarda unicamente gli acquisti effettuati nell’anno in corso, solo ed esclusivamente se l’intervento edilizio sull’edificio o parti di esso abbia avuto inizio dal gennaio 2016.

Nel caso in cui l’acquisto, invece, si sia verificato nell’arco di tempo compreso tra i 6 giugno del 2013 ed il 31 dicembre del 2016, la domanda di detrazione può essere presentata solo se l’intervento di ristrutturazione/riqualificazione edilizia sia avvenuto a partire dal 26 giugno del 2012.

 

BONUS ELETTRODOMESTICI 2017: CHI PUÒ USUFRUIRNE

 


Possono usufruire dell’agevolazione fiscale “bonus elettrodomestici” tutti coloro i quali abbiano realizzato un intervento di ristrutturazione e/o riqualificazione edilizia su singole unità immobiliari o parti di esse, comprese quelle di pertinenza condominiale, la cui destinazione d’uso sia residenziale e successivamente abbiano acquistato grandi elettrodomestici energeticamente efficienti per il medesimo immobile (vale anche se l’apparecchio andrà in una parte dell’edificio non propriamente oggetto di intervento).

Nel caso in cui l’intervento edilizio si sia verificato in parti condominiali, ogni condomine avrà diritto ad una quota parte di detrazione per spese di acquisto di elettrodomestici o complementi di arredo da destinare a queste aree in base ai propri millesimi di pertinenza.

Non si può richiedere l’agevolazione se i lavori sono effettuati in spazi condominiali e gli acquisti sono relativi ad un immobile privato.

 

BONUS ELETTRODOMESTICI 2017: SEQUENZIALITÀ INTERVENTO/ACQUISTI 

 


Una delle principali condizioni per usufruire del bonus è che la data di inizio dei lavori di intervento edilizio sia antecedente a quella di acquisto del o degli elettrodomestici; non è rilevante se le relative spese siano sostenute in un secondo tempo anche dopo quelle di acquisto.

Nel caso in cui non si possa dimostrare tale data con documentazione varia come le abilitazioni di tipo amministrativo o una eventuale comunicazione di inizio lavori da presentare alla ASL di competenza, sarà sufficiente produrre una dichiarazione valente atto di notorietà firmata dal richiedente.

BONUS ELETTRODOMESTICI 2017: TIPOLOGIA DI INTERVENTI

 


Riportiamo un breve vademecum per orientarsi tra gli interventi edilizi a seguito dei quali è possibile richiedere il bonus elettrodomestici:

  • manutenzione straordinaria, risanamento e ristrutturazione di una singola unità abitativa, parti di essa e/o aree di interesse condominiale, anche nel caso di cooperative che entro 18 mesi dal fine lavori vendano e cedano l’immobile;
  • recupero di un immobile danneggiato da un evento di tipo calamitoso nel caso in cui sia stato dichiarato lo stato di emergenza.

 

BONUS ELETTRODOMESTICI 2017: QUALI GLI ACQUISTI DETRAIBILI

 


La detrazione fiscale del bonus elettrodomestici vale, oltre che per le spese sostenute per acquistare elementi di arredo con l’esclusione di porte, tende, pavimentazioni ed altri complementi di arredo, anche per tutti i grandi elettrodomestici come frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, asciugatrici, forni, condizionatori, stufe elettriche, ventilatori, congelatori e molto altro.

La classe energetica di appartenenza per tutti quanti non deve essere inferiore alla A+, mentre per i forni deve essere almeno A.
La si può leggere direttamente sull’elettrometrico, ove generalmente è accompagnata dall’immagine di una “scala colorata” accompagnata da lettere con le relative indicazioni del consumo espresso in kWh.

Alternativamente, la si può ricercare nella scheda tecnica del prodotto.
Nel caso in cui, infine, non sia previsto che l’apparecchio abbia indicata la classe di efficienza energetica di appartenenza, la domanda di detrazione può essere comunque presentata.

 

IL CALCOLO DELLA DETRAZIONE

 


L’importo totale massimo detraibile è pari a 10.000 euro e verrà distribuito in 10 quote annuali di pari importo.

Tale limite riguarda ogni singola unità immobiliare, comprendendo anche le relative parti comuni e di pertinenza condominiale.

Nel caso in cui un richiedente sia possessore di più unità immobiliari nel medesimo edificio, usufruirà più volte del bonus.

IL PAGAMENTO
La detrazione fiscale è concessa solo nel caso in cui le spese sostenute siano state effettuate con bonifico bancario o carta di credito e/o debito; non è ammesso nessun altro tipo di pagamento.

È possibile utilizzare il bollettino prestampato o anche uno generico, basta specificare i dati del beneficiario e la causale di pagamento.

CEMAR ELETTRODOMESTICI
Cemar è un centro assistenza, che opera nelle province di Varese, Como, Milano, Monza-Brianza, specializzato in assistenza Whirlpool e Bosch e si occupa anche di marchi Hotpoint, Ignis, Smeg, Bauknecht, Rex-Electrolux, Franke, Hoover e Candy.

Grazie al personale altamente qualificato, l’azienda è in grado di offrire servizio di assistenza e riparazione di tutti i grandi elettrodomestici delle migliori marche su Milano e nei principali centri lombardi.
Cemar elettrodomestici è centro assistenza Whirpool ed anche centro assistenza elettrodomestici multimarca: centro assistenza Rex, Candy e centro assistenza Ariston frigoriferi, centro assistenza lavatrici Bosch su Milano, centro riparazione lavastoviglie Ariston e, in generale, centro riparazione elettrodomestici Milano.

Per informazioni contattaci o compila il form sul nostro sito.